Gallery
zeige Hintergrundbiler
Gallery
zurück zur Seite
DEU |  ITA |  ENG |  NED |  NOR |  ESP |  HUN |  SWE |  SVK |  FIN |  RUS |  POL |  DAN
  © 2014 by Hotelinfo Südtirol
Eventi e consigli / Gente & paese

Gente & paese - VIP’S

Sapevate che l’Alto Adige conta piu’ di 510.000 abitanti? La popolazione e’ divisa in tre gruppi linguistici (70% di madre lingua tedesca, 26% di madre lingua italiana, 5% di madre lingua ladina). L'Alto Adige è un paese strutturalmente molto vario, tradizionalmente era un paese agricolo, con una modesta struttura artigianale. E solo, negli ultimi decenni, grazie ad un fiorente settore turistico si é sviluppata una particolare prosperità. Trattandosi di un’area di confine e di transito questa regione e’ sempre stato un crocevia di diverse tradizioni e culture. Il capoluogo di provincia è Bolzano, altri centri della privincia autonoma sono Merano, Chiusa, Brunico, Bressanone, Vipiteno e Glorenza. Gli altoatesini costituiscono lo 0,8% della popolazione nazionale. Il tasso di disoccupazione è inferiore al 7%.

Walther von der Vogelweide
Oswald von Wolkenstein
Max
Valier
Vinzenz Goller
Andreas Hofer
Peter Mitterhofer
Gustav
Thöni
Luis
Trenker
Giorgio Moroder
Dr. Luis Durnwalder
Klaus Dibiasi
Armin Zöggeler
Karen
Putzer
Gerda Weissensteiner
Maria Canins
Isolde Kostner
Reinhold Messner
Hans Kammerlander

Tra gli altoatesini piu’ illustri ricordiamo:

  • Ötzi – l'uomo che viene dal ghiaccio, “La mummia glaciale”;
  • Andreas Hofer – Combattente d'indipendenza tirolese;
  • Gustav Thöni - La leggenda sciistica;
  • Johann Passler, Andreas Zingerle, Gottlieb Taschler, Wilfried Pallhuber, (atleti di biathlon)
  • Kastelruther Spatzen – il gruppo musicale altoatesino più famoso e che riscuote più successo;
  • Bergfeuer, Oswald Sattler, Angelina, die Ladiner, Vincent & Fernando, Andreas, Rieserferner e molti di più sono cantanti e gruppi musicali noti a livello nazionale;
  • Dottor Luis Durnwalder – Presidente della Giunta provinciale;
  • Dottor Silvius Magnago (ex-Presidente della Giunta provinciale e sostenitore dell'autonomia altoatesina);
  • Giorgio Moroder – compositore della Val Gardena,
  • Armin Zöggeler, Gerda Weissensteiner (campioni nello sport su slitta),
  • Karin Putzer, Isolde Kostner, Denise Karbon (sciatrici della Nazionale italiana);
  • Reinhold Messner, Hans Kammerlander, Christof Hainz – alpinisti estremi;
  • Luis Trenker – La leggenda;
  • Maria Canins (atleta per lo sci di fondo e mtb);
  • Franz Senfter (Salumiere altoatesino e “re dell Speck”);
  • Oswald von Wolkenstein e Walter von der Vogelweide (Lirici dell'epoca cavalleresca);
  • Michael Pacher (Artista);
  • Pater Freinademetz della Badia,
  • Vinzenz Goller (compositore).
Alex Schwazer
Andreas
Seppi
Antonella Bellutti
Carolina Kostner
Denis
Carbon
Hannes Pallhuber
Karin Knapp
Kastelruther Spatzen
Manfred Mölgg
Manuela
Mölgg
Merrick
Live Band
Michaela Ponza
Ole Einar Bjoerndalen
Patrick Thaler
Südtiroler Spitzbuam
Tanja
Cagnotto
Werner
Heel
Willi Pallhuber

Perché qui si parla anche il tedesco?
Questa è una domanda, che ci viene spesso posta e che trova una risposta ripercorrendo la nostra storia e le nostre origini: “Tirol isch lei oans” (di Tirolo ne esiste uno solo), cosi’ si intitola una vecchia canzone popolare che esprime l'orgoglio per la nostra terra. Prima della Prima Guerra Mondiale l'Alto Adige apparteneva all'Austria e faceva parte del Tirolo. A causa o per merito dei famosi 14 punti del presidente americano Wilson e del dettato di “Saint Germain”, il 10 ottobre del 1920 il Sud-Tirolo è stato consegnato nelle mani dello stato italiano. Il confine del Brennero da allora divise il Sud-Tirolo dal resto del Tirolo e dalla sua patria storica, l'Austria, divenendo cosi’ una provincia italiana. Durante l'era del Fascismo l'intento politico fu quello di formare una cultura uniforme. Lo scopo fu quella di assimilare e unificare completamente la popolazione indigena a quella italiana. Ettore Tolomei cercò cosi’ di italianizzare il nuovo territorio in modo che lingua e cultura tedesca svanissero completamente, ribattezzando città e villaggi altoatesini con nomi italiani. Introducendo una toponomastica da lui inventata, nomi di localita’ che spesso erano privi di ogni somiglianza semantica e fonetica. Con una partenza cosi’ poco propizia ci sono voluti diversi decenni affinche’ si giungesse ad convivenza pacifica tra indigeni del luogo e italiani. Dopo il crollo del regime fascista e grazie a lunghe trattative l’Alto Adige e’ riuscito a raggiungere un’autonomia che ha permesso di vivere in Italia mantenendo un’identità culturale e linguistica e viverla in ogni aspetto di vita quotidiana. Oggi esiste una legge che permette la libera scelta della lingua, il che significa che in tutte le strutture pubbliche come ospedali, comune, uffici pubblici e e attivita’ che presuppongono il contatto con il pubblico, ci e’ stato concesso il diritto di usare la lingua tedesca.

Esistono scuole di lingua italiana e tedesca, nelle scuole di lingua tedesca le materie principali vengono insegnate in tedesco e la lingua italiana viene appresa dagli studenti come seconda lingua, mentre nelle scuole italiane le materie principali vengono insegnate in lingua italiana e il tedesco rappresenta la seconda lingua.Oggi le opinioni si dividono in fatto di appartenenza ad un gruppo etnico. Alcuni aspirano ancora la riunificazione sel Sud-Tirolo con il Tirolo del Nord; ma forse qualcuno dimentica i grandi vantaggi che abbiamo tratto nel lungo periodo da questa annessione all’Italia. Grazie a questo impatto con la cultura italiana ne abbiamo approfittato e guadagnato sia in campo linguistico, che gastronomico e tanto piu’ turistico. In campagna, nei villaggi e nelle valli si parla prevalentemente la lingua tedesca. Nelle città si trovano sia persone di madre lingua tedesca e che di lingua italiana, le quali comunicano fra di loro in entrambi le lingue.Nel corso degli anni sono state fondate delle reti televisive, delle stazioni radio, dei quotidiani e riviste in lingia tedesca che danno la possibilità di scegliere se informarsi in tedesco oppure in italiano.